Fondo unico per lo spettacolo (FUS) 2023: dal Ministero della Cultura un finanziamento a fondo perduto

Spettacolo

Il Ministero della Cultura, tramite la Direzione generale Spettacolo, sostiene finanziariamente progetti speciali, realizzati anche attraverso reti, a carattere annuale che si caratterizzano per la rilevanza nazionale o internazionale e per il particolare valore artistico-culturale.

 Area Geografica

  • Bandi nazionali

 Beneficiario

  • Associazione-Ente Non profit/Terzo settore/Impresa sociale
  • Grande impresa
  • Micro impresa
  • PMI

 Settore

  • Cultura

 Spese finanziate

  • Assunzioni/Personale
  • Internazionalizzazione/Export/Fiere/Mostre

 Agevolazione

  • Contributo a fondo perduto

 Scadenza

  • 15/12/2022

PRATICA DIFFICILE

Pratica complessa, da curare con supporto di un consulente

Soggetti beneficiari

Potranno presentare apposita istanza di contribuzione, per l’anno 2023, tutti i soggetti diversi dalle Fondazioni Lirico Sinfoniche, aventi sede legale in Italia ed il cui progetto speciale, presentato ai sensi del decreto ministeriale, non sia già finanziato ad altro titolo dal Ministero della Cultura.

Ai fini dell’intervento finanziario dell’amministrazione, le attività di spettacolo dal vivo considerate sono quelle a carattere professionale relative alla produzione, programmazione e promozione.

Nello specifico le attività ammesse a contributo sono:

a) le attività teatrali considerate sono quelle relative alla produzione in Italia ed all’estero e alla programmazione. Nello specifico possono partecipare:

  • teatri nazionali e teatri di rilevante interesse culturale
  • imprese di produzione teatrale
  • organismi di programmazione
  • circuiti regionali
  • organismi di produzione
  • festival
  • teatri di tradizione
  • istituzioni concertistico-orchestrali
  • teatri di tradizione
  • istituzioni concertistico-orchestrali
  • attività liriche
  • complessi strumentali e complessi strumentali giovanili
  • programmazione di attività concertistiche e corali
  • complessi strumentali e complessi strumentali giovanili
  • imprese di produzione e festival inerenti il circo

b) sono prese in considerazione le recite per le quali sia corrisposto un compenso a percentuale sugli incassi e quelle per le quali sia corrisposto un compenso fisso;

c) sono riconosciute le coproduzioni effettuate fra non più di quattro organismi, per ognuno dei quali deve risultare chiaramente dall’accordo il rispettivo periodo di gestione della coproduzione e dell’attribuzione dei relativi borderò tra i coproduttori.

Tipologia di interventi ammissibili

Il contributo è concesso per una quota parte dei costi ammissibili del progetto ammesso al contributo. Per costi ammissibili di progetto e del relativo programma annuale ai sensi del bando si intendono quelli direttamente imputabili ad una o più attività del progetto, direttamente sostenuti dal soggetto richiedente, effettivamente sostenuti e pagati, opportunamente
documentabili e tracciabili, riferiti all’arco temporale di ciascun programma annuale del progetto.

È concesso un contributo a organismi privati che realizzino progetti annuali di promozione, di rilevanza e operatività nazionale o internazionale per gli àmbiti teatro, musica, danza e circo e spettacolo viaggiante, nei settori afferenti alle seguenti finalità:

a) al ricambio generazionale degli artisti;
b) alla coesione e all’inclusione sociale;
c) al perfezionamento professionale;
d) alla formazione del pubblico.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo annuale al singolo progetto, con esclusione dei contributi per le tournée all’estero, non può essere superiore al sessanta per cento dei costi ammissibili di progetto sostenuti per il relativo anno.

Data attivazione

15/11/2022

Scadenza

Le domande dovranno essere presentate dalle ore 09:00 del 15 novembre 2022 e fino alle ore 16:00 del 15 dicembre 2022.

Leggi il bando completo qui.